L’Ananda Marga, in sanscrito “Il Sentiero della Beatitudine”, è un movimento socio-spirituale fondato in India nel 1955 da Shrii Shrii Ánandamúrti e diffuso in quasi tutti i paesi del mondo, nato per dare a tutti la possibilità di realizzarsi per mezzo della pratica del Tantra Yoga e l’azione sociale volta a migliorare il mondo.

La pratica spirituale, sadhana, adottata riprende l’antico metodo del Tantra insegnato in India circa 7000 anni fa da Sadashiva, e pur mantenendo intatto il significato e lo spirito di tali tecniche Ánandamúrti le ha modificate adattandole a un mondo molto diverso da quello di allora.

Nell’Ananda Marga la pratica interiore e individuale è strettamente connessa all’attività sociale e collettiva, facendo parte di un unico sistema tendente al progresso spirituale e l’utilizzazione di tutte le risorse disponibili per il benessere dell’umanità.

Questa attività è ispirata a due principi basilari:

  • l’autorealizzazione, intesa come sviluppo del potenziale fisico, mentale e spirituale, attraverso le pratiche dello Yoga e della meditazione
  • il servizio all’umanità, verso il quale sono indirizzate le energie acquisite con le pratiche.

Per lo sviluppo sociale infatti l’Ananda Marga considera ugualmente importanti e interdipendenti il benessere del singolo individuo e quello della società.